PEROSSIDO DI BENZOILE:
un incredibile ammazza-batteri da 10 e lode (ma non per tutti)

Bentornati su Cosmetics Generations, oggi vi parlerò del Perossido di benzoile, un ottimo ingrediente che si usa nella cura dell’acne, perché va a uccidere i batteri che causano questo inestetismo . Questi batteri sono sempre presenti sulla nostra pelle, ma in alcuni momenti possono creare scompensi e causare l’acne.

E un perossido organico che spesso viene utilizzato in combinazione con altri ingredienti come l’adapalene, l’acido salicilico, la clindamicina o nei casi più gravi con gli antibiotici orali.

Purtroppo io questo prodotto non posso utilizzarlo perché mi causa una reazione allergica che mi fa riempire di micro-bollicine pruriginose estremamente fastidiose; inoltre data l’irritazione causata non posso utilizzare nessun altro prodotto, se non qualche lenitivo. La prima volta non avevo capito subito che il problema fosse il perossido di benzoile, ma al secondo utilizzo  mi era chiaro che, con sommo dispiacere, non avrei potuto utilizzare questo ingrediente. Il perossido di benzoile è stato sintetizzato la prima volta nel 1858, da Justus von Liebig, un chimico tedesco noto per essere uno dei padri della chimica organica.

Perossido di benzoile: ingrediente ideale anti-acne

In commercio lo trovate in varie combinazioni già pronte con clindamicina o con  adapalene e in concentrazioni diverse che vanno dal 2,5 al 10%. Non ci sono però evidenze scientifiche che dimostrino che percentuali maggiori siano più efficaci. Sicuramente l’efficacia aumenta combinandolo con gli ingredienti che ho nominato prima.

Se avete problemi con l’acne, vi consiglio vivamente  di provarlo anche perché a differenza di altri ingredienti, si trova in libera vendita essendo un farmaco da banco e non richiede ricetta medica, a meno che non sia in combinazione con l’adapalene.

Il perossido di Benzoile può provocare irritazione alla pelle, anche se nella maggior parte dei casi sparisce quasi subito ed è collegata alla quantità di prodotto utilizzata. A lungo andare può causare anche secchezza ed esfoliazione cutanea, ma anche questi, con qualche piccola accortezza, si possono evitare. Effetti peggiori, ovvero reazioni da ipersensibilità, quali eczema, dermatite oppure orticaria sono più rari, ma comunque niente di estremamente grave.

Consigli sull’uso del Perossido di benzoile

All’inizio consiglio prima di provarlo solo in una zona meno visibile, per vedere se vi dà fastidio. Comunque se applicate il perossido di benzoile mettete sempre un buon fattore di protezione, perché in alcune persone può provocare fototossicità , ovvero un danno causato dall’interazione della luce solare con un dato prodotto, ed aumentare il rischio di scottature solari se vi esponete ai raggi UV senza una protezione adeguata. 
In commercio se ne trovano tanti anche in combinazione con altri ingredienti per potenziarne l’effetto. Purtroppo non potendolo usare non posso consigliarvi quale usare.

Facendo una rapida ricerca in rete (ma solo perché non posso provare di prima mano il prodotto per i motivi spiegativi sopra) ho trovato questo prodotto e leggendo l’INCI e vari commenti mi sembra valido, sto parlando del Effaclar Duo + della La Roche-Posay.
Potete provarlo e farmi sapere voi come vi trovate.

FAQ

A cosa serve la skincare routine coreana?

Serve a migliorare la pelle e a mantenerla giovane e bella il più a lungo possibile. Inoltre aiuta a risolvere i piccoli inestetismi che si possono presentare.

A chi è dedicata la skincare coreana?

A tutti. Sia giovanissimi che non, sia alle donne che agli uomini. In asia sono tantissimi gli uomini che fanno la skincare coreana regolarmente.

Ma la skincare coreana è così complessa.

Sembra complessa, ma in realtà è semplice. Tutto sta nel cercare la combinazione ideale per noi.

Posso farne solo una parte?

Certo, non tutti i passaggi sono obbligatori ogni giorno e due volte al giorno. In base alle vostre esigenze e alla vostra pelle la adattate. La cosa bella della skincare coreana è che è adattabile a qualsiasi tipo di necessità.

Tutti i passaggi sono obbligatori?

No, potete farne solo una parte, oppure una parte al mattino e una la sera. Sta a voi e alla vostra pelle capire cosa è meglio per voi.

Devo usare sempre tutti i prodotti?

No, potete usarne solo una parte, oppure usare un giorno un prodotto e un giorno l’altro.

Ho usato un prodotto e ho avuto una reazione allergica. Cosa devo fare?

Se la reazione è grave, oppure il prodotto vi è finito negli occhi contattate il medico. Altrimenti, evitate di usare il prodotto in questione e cercate di capire quale ingrediente vi ha provocato questo tipo di reazione, in modo da evitare altri prodotti con questo ingrediente. Ci sono ingredienti che possono essere estremamente irritanti.

Ho scoperto che sono allergico a un prodotto. Cosa posso fare?

Evitare di usare quel dato ingrediente e provare a sostituirlo con qualcosa che ha un effetto simile. Non siamo tutti uguali, per questo esistono un’infinità di prodotti per la skincare. Cercate quello che funziona meglio per voi.

Gli ingredienti sono tutti uguali?

No, ogni ingrediente ha la propria utilità e il proprio effetto. Fate attenzione, ad esempio con la dicitura che il prodotto contiene retinolo, può essere che abbia un estere del retinolo che richiede più tempo per fare effetto, ma ha meno probabilità di causare reazioni allergiche.

Cos’è l’INCI?

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è la lista degli ingredienti che contiene il prodotto, in modo che voi possiate sapere cosa mettete sulla vostra pelle, ed evitare dati ingredienti.

L’INCI è importante?

L’INCI è fondamentale, perchè ci dice cosa contiene quel prodotto e quali ingredienti sono più presenti. Ad esempio l’ingrediente che è al primo posto è quello più presente, gli ultimi, soprattutto di una lunga lista sono quasi nulli. Prestate attenzione anche a questo.

Devo fare tutti i passaggi sia mattino che sera?

No. Alcuni passaggi sono previsti solo al mattino, come ad esempio la crema solare, e alcuni solo la sera, come le maschere perché prendono più tempo. Sta a voi decidere cosa è meglio per voi.

Cosa succede se salto un giorno?

Nulla. Non è un tipo di skincare, che se salti un giorno succede qualcosa. Personalmente alcuni passaggi sono imprescindibili, come la detersione o la crema con fattore di protezione, ma sta a voi vedere cosa è meglio per voi.

Cosa succede se salto un passaggio?

Nulla. Non dovete preoccuparvi. Non rischiate di rovinare gli effetti a lungo termine che questo tipo di skincare porta.

In quanto tempo comincerò a vedere gli effetti della skincare coreana?

Dipende moltissimo dalla vostra costanza, dal vostro tipo di pelle e da come reagisce a dati prodotti. In alcune persone i risultati sono rapidissimi, in altri ci possono volere anche mesi per cominciare a vedere i primi risultati. Non abbattetevi e non rinunciate subito. I risultati arrivano, ma ci può volere tempo.

La uso già da un mese e non succede nulla, sto sbagliando qualcosa?

No, semplicemente per il vostro tipo di pelle ci vuole un pochino più di tempo. Inoltre alcuni ingredienti hanno bisogno di più tempo per fare effetto.

Leave a Comment