OLIO DI SEMI DI GIRASOLE:
un nostro incredibile alleato top da 3000 anni

Bentornati su Cosmetics Generations, oggi vi parlerò dell’olio di semi di girasole. No, non sono impazzita. Semplicemente è un ingrediente molto utilizzato nei cosmetici, perché ha tantissime proprietà. Veniva usato già nel 3.000 A.C. dai nativi americani, come lenitivo e idratante sia sulla pelle che sui capelli. E infatti un ottimo emolliente, oltre ad essere anche antiossidante e idratante.

Questo grazie all’alto contenuto di acido oleico, acido linoleico e alla vitamina E, presenti in questo tipo di olio. L’acido linoleico aiuta a mantenere la barriera cutanea sana e integra oltre a rinforzarla in modo naturale. La vitamina E è un noto antiossidante, il che aiuta contro i radicali liberi.

Olio di semi: utile contro i radicali liberi

Come saprete i radicali liberi, sono estremamente coinvolti nell’invecchiamento cutaneo, e oltre a produrli già da soli, si sa anche che alcuni agenti esterni, come ad esempio l’esposizione ai raggi UV, ne aumentano la produzione. I radicali liberi sono molecole instabili e tendono a “rubare” elettroni ad altre molecole per stabilizzarsi. Però così facendo destabilizzano le molecola cui hanno sottratto un elettrone e diventa un ciclo infinito. Gli antiossidanti legandosi ai radicali liberi ne annullano l’effetto.

Purtroppo non completamente, ma sono un ottimo alleato per mantenere la pelle giovane e liscia il più a lungo possibile. L’olio di semi di girasole è un ingrediente molto versatile e viene usato in tantissimi prodotti dedicati alla cura della persona, come ad esempio shampoo, balsami, gel oppure oli da doccia, creme e ovviamente anche nei balsami detergenti, perché appunto oleoso.

In questo ultimo caso aiuta anche a sciogliere trucco e impurità. Vi sconsiglierei di usarlo puro, perché nelle formulazioni specifiche gli vanno affiancati prodotti che ne aumentano l’efficacia e ne diminuiscono la pesantezza sulla pelle. Puro può essere usato eventualmente in caso di necessità se non avete nient’altro sottomano. In caso di emergenza lo potete usare come detergente, idratante ed emolliente. Ma a meno che non abbiate la pelle molto secca, eviterei, perché vi lascerebbe una spiacevole sensazione untuosa sulla pelle. Poi ovviamente se si trovate bene, potete anche usarlo puro.

Prodotti consigliati

Ad esempio come uno degli ingredienti principali lo trovate nel balsamo detergente della Erborian Milk&Peel. Personalmente non mi piace, ma vale la pena di provarlo. Molte persone si sono trovate bene con questo balsamo. Come ho più volte ribadito, ognuno di noi è diverso, perciò magari se avete la pelle secca potreste trovarvi benissimo.

FAQ

Lo posso usare puro?

Io personalmente, a meno che non sia una situazione di emergenza eviterei.

Per cosa lo posso usare?

Puro si può usare per rimuovere trucco e impurità oppure come idratante ed emolliente. Anche se personalmente eviterei.

Un ingrediente così semplice può essere funzionale?

Si. Tutti gli ingredienti, anche quelli più semplici possono essere funzionali. Soprattutto gli oli vegetali sono ingredienti estremamente versatili, che si possono usare in vari modi.

E lo stesso olio di semi di girasole usato in cucina?

Si e no. In caso di necessità potete usare quello da cucina. Nei prodotti cosmetici viene raffinato e utilizzato in modo specifico, per ottenere il risultato voluto.

Come cosa lo trovo nell’INCI?

Se nell’INCI trovate la dicitura Helianthus Annus seed oil allora vi trovate davanti ad un prodotto che contiene olio di semi di girasole.

E un ingrediente necessario in una buona skincare routine?

Nessun ingrediente è indispensabile in nessuna skincare routine, anche se alcuni sono da inserire a prescindere. Almeno secondo la mia modesta opinione. Uno di questi è un buon filtro solare.

Qualsiasi olio va bene?

No. Dipende da cosa volete, potete cercare qualche altro olio vegetale che vi soddisfi di più, ma sicuramente non tutti gli oli vanno bene.

Leave a Comment